• Il manifesto del turismo sostenibile per viaggiare in modo responsabile - Pianeta Turismo - Angelo Berlangieri

    Il manifesto del turismo sostenibile per viaggiare in modo responsabile

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

    L’Onu ha dichiarato il 2017 l’anno internazionale del turismo sostenibile, puntando l’attenzione non solo sull’impatto che la presenza di turisti comporta sull’ambiente, ma anche sull’importanza del turismo sostenibile come veicolo per “diffondere consapevolezza del grande patrimonio delle varie civiltà” e apprezzare “i valori intrinsechi delle diverse culture, contribuendo così al rafforzamento della pace nel mondo”.
    Per turismo sostenibile si indica un modo di viaggiare rispettoso del pianeta, che non altera l’ambiente – naturale, sociale e artistico – e non ostacola lo sviluppo di altre attività sociali ed economiche.
    Si tratta di un turismo non distruttivo, con un impatto ambientale basso e che punta a favorire le economie più in difficoltà.
    La definizione si oppone a quella di turismo di massa, che non tiene conto delle specificità dei territori, è invasivo e spesso non favorisce lo sviluppo economico, sociale e ambientale a livello locale.
    Scegliere di viaggiare in maniera sostenibile significa contribuire a ridurre l’impatto del turismo sull’ambiente e a preservare la salute del pianeta e dei suoi luoghi, culture e tradizioni.
    Nel 2016, il giro economico legato al turismo ha sfiorato, a livello internazionale, i 1.260 miliardi di dollari, con circa un miliardo e 200 mila viaggiatori.
    Nel 2015, gli italiani che hanno dichiarato di fare turismo sostenibile sono stati il 16%, come riporta il sesto rapporto “Italiani, turismo sostenibile ed ecoturismo”, a cura di Ipr Marketing e Fondazione Univerde, mettendo in evidenza come il 44% del campione affermi di essere disposto a pagare di più (tra il 10 e il 20%) la vacanza pur di avere accesso a servizi sostenibili, mentre 41% del campione dichiara di informarsi sulla sostenibilità delle strutture ospitanti.
    LifeGate, invece, ha appena lanciato LifeGate Experience, progetto che punta a supportare e orientare i viaggiatori “responsabili”, pubblicando anche il manifesto del turismo sostenibile, con le indicazioni su come diventare viaggiatori responsabili.
    Eccone la sintesi dei 10 punti:

    1. Preferire strutture sostenibili
      Dare la precedenza agli alberghi che non sprecano risorse ed energia e operano in maniera etica e virtuosa, valorizzando il territorio e il contesto sociale nei quali sono inseriti.
    2. Visitare aree ad alto valore naturalistico e culturale
      Inserire nel programma di viaggio escursioni ai siti di valore naturalistico e culturale riconosciuti dall’Unesco quali patrimonio dell’umanità: la tutela di un territorio passa dalla sua conoscenza.
    3. Scegliere modalità di trasporto ecosostenibili
      Optare per la mobilità dolce che annulla, o perlomeno riduce, le emissioni inquinanti utilizzando come mezzi di trasporto auto elettriche, treni e biciclette.
    4. Valorizzare i prodotti tipici locali, a chilometro zero e biologici
      Scoprire le tradizioni culinarie del territorio per conoscerne la cultura e consumare prodotti locali, bio e a chilomtro zero per incentivare l’economia locale e tutelarne l’ambiente.
    5. Rispettare i costumi, la cultura e gli stili di vita locali
      Avere una disposizione d’animo aperta alla conoscenza, all’incontro e al dialogo, senza pregiudizi o preconcetti: il rispetto per l’altro è il requisito fondamentale per un turismo davvero sostenibile.
    6. Favorire l’economia, le tradizioni, l’artigianato locale
      Acquistare prodotti tipici di artigianato per supportare le attività locali e mantenerne vive le tradizioni.
    7. Scegliere operatori che organizzano viaggi “etici”
      Fare del viaggio un’occasione non solo per vedere e scoprire luoghi diversi, ma anche per impegnarsi concretamente in favore delle comunità meno fortunate.
    8. Pianificare il viaggio in modo consapevole, informarsi, “studiare”
      Documentarsi prima del viaggio sulla storia, l’economia e le tradizioni dei luoghi che si andranno a visitare, pianificando i percorsi e gli itinerari in anticipo.
    9. Pensare all’impatto ambientale del viaggio e limitarlo
      Valutare ogni azione del viaggio (spostamenti, acquisti, ecc) nell’ottica dell’impatto che avrà sull’ambiente e impegnarsi per ridurlo.
    10. Informarsi, condividere esperienze e buone pratiche con la tecnologia
      Utilizzare la tecnologia. Per esempio, alcune applicazioni per smartphone anche in assenza di connessione consentono di seguire itinerari e percorsi raccontando i territori. La tecnologia consente anche di “fare rete” e coinvolgere e informare altri sulle buone pratiche di sostenibilità.

    Il manifesto del turismo sostenibile per viaggiare in modo responsabileLifeGate Experience | Maggiori informazioni

    manifesto del turismo sostenibile manifesto del turismo sostenibile manifesto del turismo sostenibile

  • Gli albergatori puntano sul turismo sostenibile - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Turismo sostenibile: convegno al Loano 2 Village

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Questa mattina al Loano 2 Village si è tenuto il convegno “Keep Calm and Sustainable Tourism”, organizzato da Confindustria Alberghi, Unione Provinciale Albergatori di Savona, Touring Club Italiano e Smartour.
    Al convegno hanno partecipato: Massimo Parodi, Presidente Federturismo Liguria; Stefano Mai, Assessore regionale Agricoltura, Parchi, Sviluppo dell’entroterra, Escursionismo e Tempo libero; Luigi Pignocca, Sindaco Loano; Massimiliano Vavassori, Direttore Centro Studi Touring Club Italiano; Barbara Casillo, Direttore Associazione Italiana Confindustria Alberghi; Antonella Tozzi, EU Project Manager Eurocreamerchant; Anita Longo, International Academy of Tourism and Hospitality di Cernobbio; Giorgio Palmucci, Presidente Associazione Italiana Confindustria Alberghi.
    In Italia c’è una certa consapevolezza dei temi concernenti la sostenibilità tra le imprese turistiche, ma anche un elevato interesse a saperne di più, soprattutto in termini di efficienza energetica, uso intelligente delle risorse ed applicazione della strategia per la sostenibilità.
    Sostenibilità non è semplicemente una tendenza che va di moda per il turismo perché turismo e sostenibilità sono due espressioni che non possono che andare insieme per la competitività di una destinazione. Oggi questa partita si gioca sulla capacità di valorizzare e rispettare l’ambiente. Si cerca di ‘glocare’, ovvero cercare di far diventare la località protagonista all’interno di un mondo globalizzato.
    In Liguria gli imprenditori stanno lavorando alacremente sul termine sostenibilità e su questo tema per cercare di adeguarsi dal punto di vista strutturale, ma anche della formazione quindi della gestione delle proprie aziende. Quello che noi chiediamo dall’esterno e di dare al territorio un’organizzazione che sia capace di pensare e costruire in maniera integrata e strutturata un’offerta turistica che sia sostenibile, ovviamente anche dal punto di vista economico.

    turismo sostenibile turismo sostenibile turismo sostenibile turismo sostenibile .
  • Keep calm and sustainable tourism - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Keep calm and sustainable tourism al Loano 2 Village

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    L’UNWTO ha dichiarato il 2017 l’anno internazionale del turismo sostenibile con l’obiettivo, tra gli altri, di promuovere la crescita economica inclusiva e sostenibile, l’inclusività sociale, i valori culturali, la diversità, il patrimonio culturale e garantire la riduzione della disoccupazione.
    Ma cosa vuol dire “Turismo Sostenibile”? Quanto è importante per gli operatori investire in questo settore?
    Ne parliamo martedì 30 maggio al Loano 2 Village, dove si terrà l’incontro “Keep Calm And Sustainable Tourism”.

    PROGRAMMA

    10.00 | Registrazione dei partecipanti

    10.30 | Saluti di benvenuto

    Massimo Parodi, Presidente Federturismo Liguria

    Luigi Pignocca, Sindaco Loano

    10.45 | Introduzione ai lavori

    Angelo Berlangeri, Presidente UPA Savona

    11.00 | Turismo sostenibile tra teoria e pratica

    Massimiliano Vavassori, Direttore Centro Studi TCI

    11.30 | L’impegno di Confindustria Alberghi sul tema della sostenibilità: il progetto Smartour

    Barbara Casillo, Direttore Associazione Italiana Confindustria Alberghi

    Antonella Tozzi, EU Project Manager EUROCREAMERCHANT

    12.00 | Pratiche di sostenibilità: il caso dell’Hotel Milano Scala di Milano

    Vittorio Modena, Amministratore

    12.20 | Sostenibilità: il segreto del successo

    Anita Longo, International Academy of Tourism and Hospitality – Cernobbio, Lake Como

    12.45 | Conclusione dei lavori

    Giorgio Palmucci, Presidente Associazione Italiana Confindustria Alberghi

    Keep calm and sustainable tourism | Confindustria Alberghi | Maggiori informazioni

    keep calm and sustainable tourism keep calm and sustainable tourism keep calm and sustainable tourism