• WTTC turismo Pil occupazione mondiale - Pianeta Turismo - Angelo Berlangieri

    WTTC: dal turismo il 10% del Pil dell’occupazione nel mondo

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Il World Travel & Tourism Council ha pubblicato l'”Economic Impact Report 2017″. Sono 292 milioni i posti di lavoro generati nel mondo dal settore dei viaggi e del turismo. Questo dato è relativo al 2016, e rispetto al 2015 gli occupati sono aumentati di 8 milioni di unità. Oggi, quindi, il 10% dei posti di lavoro nel mondo è generato, direttamente o indirettamente, dal turismo.
    L’impatto economico del turismo è cresciuto nell’ultimo anno del 3,3%, per una cifra di 7,6 mila miliardi di dollari, cioè il 10,2% del prodotto interno lordo globale. La spesa di chi viaggia fuori dai propri confini nazionali costituisce il 6,6% del valore di tutto l’export mondiale e quasi il 30% dell’export mondiale legato ai servizi.
    Il presidente del WTTC David Scowsill ha affermato che “è il sesto anno consecutivo che le performance economiche del turismo superano quelle medie dell’economia mondiale. Questa crescita conferma l’importanza del travel, sia business che leisure, quale generatore di sviluppo e di occupazione, e mostra che la gente continua a voler viaggiare nonostante le criticità economiche e politiche dei nostri tempi”.
    Secondo il report 2017, l’Asia risulta la regione del mondo dove l’impatto economico del turismo è cresciuto in maniera più consistente (+8%), mentre la crescita più lenta si è verificata in America latina (+0,2%). In Europa il turismo è cresciuto complessivamente dell’1,6%: Bulgaria +12,4%, Slovacchia +13,2%, Polonia +8,6%, Ungheria +6,8%, Spagna +5,2% e Portogallo +4,6%. Segno negativo, invece, per Belgio (-4,4%), Francia (-7,3%) e Turchia (-22%), tre paesi che nel 2016 sono stati oggetto di attacchi terroristici.
    Il World Travel & Tourism Council prevede che nel 2017 il turismo crescerà del 3,8% e che fra dieci anni genererà l’11% del prodotto interno lordo mondiale e produrrà occupazione per 380 milioni di persone. Secondo questa stima, quindi, nel 2027 un quarto di tutti i posti di lavoro del mondo sarà riconducibile al comparto travel.
    In base ai dati dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, negli ultimi 5 anni c’è stata un’importante inversione di tendenza in Liguria rispetto alla composizione del movimento turistico, nel senso che la nostra destinazione ha incrementato significativamente il suo tasso d’internazionalizzazione, passando da un rapporto 70 italiani e 30 stranieri su 100 turisti di 5 anni fa ad una composizione nel 2016 di 44 stranieri e 56 italiani ogni 100 turisti, ed ha guadagnato significative quote di mercato rispetto alla media italiana e a tutte le altre regioni italiane “storiche” turisticamente parlando.
    Oggi una destinazione per essere veramente competitiva sul mercato mondiale deve essere Glocal, ovvero avere la capacità di proporre nell’offerta globale di turismo esperienze di vissuto identitarie ed uniche della propria destinazione locale, e Mobile, ovvero utilizzare sempre più la tecnologia web per l’organizzazione e la promo-commercializzazione della destinazione.
    Come Unione Provinciale Albergatori di Savona stiamo lavorando per realizzare nei prossimi mesi, da un lato, l’implementazione, la gestione e la distribuzione delle experience vivibili e sperimentabili nella nostra destinazione, quale elemento di unicità e distinzione dell’esperienza turistica in provincia di Savona e, dall’altro, la costruzione e la gestione di una piattaforma online per l’implementazione e la promo-commercializzazione delle proposte di viaggio e soggiorno.

    WTTC | World Travel & Tourism Council | Maggiori informazioni

    wttc wttc wttc wttc

  • Italian Riviera UPA Savona protagonista di un’offerta integrata sul territorio

    Gli albergatori di Savona protagonisti di un’offerta integrata sul territorio: nasce “Italian Riviera”

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Gli albergatori della provincia di Savona puntano a creare un’offerta integrata e multi prodotto, lanciando un nuovo brand identificativo – Italian Riviera – che valorizzi il territorio savonese, già meta di importanti flussi turistici.
    Per raggiungere questo importante obiettivo l’Unione Provinciale degli Albergatori della Provincia di Savona, ideatore del progetto, ha siglato un accordo di collaborazione con C-Way, il tour operator dell’Edutainment.
    A C-Way è affidato il compito di costruire dei prodotti esperienziali unici, creando un network di operatori territoriali, nonché di occuparsi della comunicazione e promozione attraverso una specifica piattaforma on line. I potenziali turisti potranno vivere il loro soggiorno in Italian Riviera sia scegliendo tra i pacchetti turistici proposti, sia miscelando tutti gli ingredienti per costruirsi una vacanza “su misura”, scegliendo le “esperienze” da vivere in coppia, con gli amici o in famiglia.
    La promozione e commercializzazione del territorio avverrà sostanzialmente attraverso il web, scelta strategica essendo oggi la Rete il principale strumento di comunicazione e di attrazione dei flussi turistici.
    Con questo progetto, oltre all’obiettivo primario di un miglior coordinamento tra gli attori dell’offerta turistica territoriale, UPA Savona intende destagionalizzare i flussi già in essere e porre attenzione ai bacini che hanno iniziato a scoprire questo territorio ricco di attrattive naturali e storiche.
    Il territorio savonese interessato al progetto consta di circa 70 km di costa, da Varazze ad Andora, oltre ad alcune destinazioni nell’entroterra.
    I dati dell’Osservatorio Turistico della Liguria evidenziano che Savona è una destinazione di primo piano nel panorama regionale: nel 2016 gli arrivi di turisti italiani sono stati più di 930.000 e più di 360.000 di turisti stranieri; le presenze registrate sono state   4.200.000 per gli italiani e  1.400.000 per gli stranieri.
    Il target è di giovane età, tra i 20 e i 50 anni, rappresentato per lo più da single o coppie senza figli, con un reddito medio/alto, che scelgono la destinazione Savona per le bellezze naturali, per la ricchezza del patrimonio artistico/monumentale, perché coniuga la possibilità di soggiorni in pieno relax a quella di praticare un turismo attivo, in particolare per alcune pratiche sportive (ad esempio il biking nelle sue varie declinazioni)  per le quali la provincia costituisce oggi un punto di riferimento a livello internazionale.
    Il progetto per l’implementazione di una piattaforma per la promo-commercializzazione delle proposte di viaggio e soggiorno dell’Italian Riviera rappresenta per la nostra provincia un’importante e storica innovazione fondata su tre presupposti: organizzare un’offerta integrata (non solo camere d’albergo!) della destinazione senza distinzioni tra “campanili”, vendere, e non solo comunicare, esperienze di viaggio/soggiorno sui mercati internazionali con un partner che gestisce e promuove i principali attrattori culturali e dell’edutainment italiani, pianificare ed attuare un piano annuale per la promozione in Italia e all’estero dell’Italian Riviera.
    L’esperienza maturata in questi anni da C-Way contribuirà alla valorizzazione e trasmissione dell’unicità del patrimonio territoriale savonese. In questi anni di attività il tour operator ha maturato una profonda conoscenza e presenza sul territorio italiano, che gli ha permesso di sviluppare una solida programmazione di viaggi in grado di coniugare divertimento, cultura, arte e ambiente per soddisfare le esigenze dei clienti.
    L’Unione Associazioni Albergatori della Provincia di Savona, aderente all’Unione Industriali di Savona e a Federturismo-Confindustria, rappresenta 310 imprese ricettive alberghiere della provincia di Savona organizzate in 12 associazioni albergatori territoriali e nell’associazione provinciale delle residenze turistiche alberghiere(RTA) e della Case Appartamenti per Vacanze (CAV) ResCav Savona. La mission dell’UPA, oltre a tutelare e a rappresentare gli interessi e le istanze delle imprese ricettive associate, consiste, in sintesi, nel mettere a disposizione strumenti e modalità di lavoro che migliorino le performance e la qualità dell’accoglienza delle imprese (Consorzio Luce per l’acquisto a mercato di energia elettrica e gas, corsi di formazione ed aggiornamento, convezioni con istituti bancari per l’accesso al credito e ai servizi correlati, pool di professionisti per gli adempimenti di legge, ecc.), e nel creare i presupposti per migliorare il posizionamento dell’Italian Riviera sui principali mercati della domanda al fine d’incrementare il movimento turistico nella nostra provincia (diversificazione del portfolio prodotti, progetto experience, implementazione della piattaforma per la promo-commercializzazione, piano promozionale annuale, ecc.) .
    C-Way nasce da un gruppo di esperti nel turismo e da due importanti realtà italiane: Costa Edutainment S.p.A. e Civita Cultura Holding società appartenente al Gruppo Civita, entrambe impegnate nella gestione, nella promozione e nello sviluppo di importanti siti legati alla cultura, all’arte e all’ambiente in tutta Italia.
    Specializzata nella gestione di grandi strutture pubbliche e private dedicate ad attività ricreative, culturali, didattiche, di studio e di ricerca scientifica, Costa Edutainment gestisce oggi 12 strutture a livello nazionale e internazionale: a Genova l’Acquario di Genova, il più grande acquario in Europa, il Galata Museo del Mare con il sommergibile S-518 Nazario Sauro, la Biosfera, l’ascensore panoramico Bigo, il Museo Nazionale dell’Antartide e, da maggio 2013, la mostra-percorso multisensoriale, in totale assenza di luce, Dialogo nel Buio. Sul territorio nazionale l’Acquario di Cattolica, i parchi Oltremare, Aquafan e Italia in Miniatura sulla riviera romagnola, l’Acquario di Livorno in Toscana e, in collaborazione con Panaque srl, l’Acquario di Cala Gonone in Sardegna. Gestisce inoltre il Mediterraneo Marine Park a Malta.
    Civita Cultura Holding è una grande realtà imprenditoriale specializzata nella valorizzazione dei beni culturali, in grado di offrire servizi di gestione museale che oggi fornisce a strutture di assoluta rilevanza quali la Galleria degli Uffizi, i siti archeologici di Pompei ed Ercolano, il complesso museale del Duomo di Siena, la Reggia di Caserta, nonché l’ organizzazione e produzione di eventi espositivi, progettazione e realizzazione di allestimenti, interventi di restauro e grandi scenografie, promozione e gestione innovativa delle risorse storiche, artistiche  e museali  del territorio. Una grande realtà che ha come obiettivo la valorizzazione del nostro patrimonio artistico e culturale.
    All’interno di questo sistema, unico in Italia per ampiezza dell’offerta ed importanza dei volumi transati, C-Way svolge la missione di tour operator, costruendo e gestendo itinerari e prodotti turistici complementari alle strutture gestite e di supporto allo sviluppo turistico  dei territori di relativa appartenenza.

    italian riviera italian riviera italian riviera
  • praga

    A PRAGA CRESCE L’APPEAL DELLA DESTINAZIONE LIGURIA

    Tag:, , , , , , ,

    Cresce  l’appeal della Liguria fra i turisti della Repubblica Ceca. Il turista ceco è molto interessato alla destinazione Liguria che da nicchia di mercato con pochi flussi in arrivo ha oggi grandi possibilità di crescita.
    La conferma arriva dalla presentazione dell’offerta turistica fatta in mattinata dalla Liguria a Praga, organizzata dall’agenzia In Liguria, presente con la responsabile marketing e comunicazione Francesca Montaldo, insieme con Liguria International.
    Leggi Tutto