• Elezioni comunali provincia di Savona - Pianeta Turismo - Angelo Berlangieri

    Elezioni comunali in provincia di Savona: i giochi son fatti!

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

    Le operazioni di voto per il rinnovo di numerosi Sindaci e consigli comunali della nostra provincia si sono concluse e i giochi son fatti!
    Complimenti, e in bocca al lupo per l’avventura amministrativa, a chi ha vinto, per chi sarà all’opposizione ricordo che in democrazia c’è bisogno di tutti, sopratutto di un’opposizione attenta e costruttiva capace di far ricredere i propri concittadini sul voto appena espresso. L’alternanza è uno dei valori della democrazia!
    Ciò detto, ancor prima che si conoscano i nomi dei nuovi sindaci e le composizioni delle giunte,mi permetto di fare a voi tutti un appello accorato: bisogna iniziare subito a lavorare per affrontare la sofferenza del turismo, un’economia già in difficoltà che con questa primavera, dal clima autunnale, ha subito un’ulteriore battuta d’arresto!
    Abbiamo un’offerta tropo fragile e poco competitiva le cui cause, in parte esterne ma per gran parte dipendenti da noi (tutti nessuno escluso) francamente sono chiare e inequivocabili! Questo non è però il momento di far accademia è il tempo in cui serve che chi si occuperà di turismo lo faccia con approccio “ingegneristico” affrontando i temi fondamentali: infrastrutture, servizi, prodotti ed esperienze.
    Le imprese del turismo chiedono interlocutori pubblici che si occupino di politiche economiche per il turismo (e non solo di eventi e manifestazioni) con cui concertare a livello di singole località e a livello di destinazione (tra le località) un piano, attuabile nel breve e nel medio termine, degli interventi necessari per “aggredire” le cause della sofferenza del nostro turismo.
    La campagna elettorale è finita, e con essa i proclami e il racconto delle intenzioni, noi eravamo pronti ieri ad affrontare concretamente le nostre criticità e lo siamo ancor di più oggi visto l’aggravarsi della situazione, i tempi dell’evoluzione del turismo non ci consentono (a tutti!), se si vuole evitare l’irreparabile, di aspettare domani!

    . elezioni comunali elezioni comunali .
  • Pianeta Turismo - Conferenza stampa Finale Ligure - Elezioni 2019

    Elezioni 2019 Finale Ligure: agenda di lavoro per le politiche del turismo

    Tag:, , , , , , ,

    Come rappresentanze finalesi delle imprese turistico – ricettive e degli stabilimenti balneari questa mattina abbiamo presentato ai candidati Sindaco alle prossime elezioni amministrative e ai partiti e movimenti politici di Finale la nostra agenda di lavoro per le politiche turistiche, che ha come unico obiettivo lo sviluppo ed il miglioramento della competitività del Turismo.
    Com’è giusto che sia e come è sempre stato, non vogliamo e non abbiamo alcun interesse ad assumere un ruolo “partitico” e non intendiamo appoggiare (od osteggiare) alcun candidato Sindaco o Consigliere in particolare, tuttavia, rivendichiamo con forza il ruolo che ci compete, di  protagonisti  dell’economia turistica della nostra Città, proponendo una serie di riflessioni che possano esser utili a costruire le piattaforme politiche per il turismo dei prossimi 5 anni.
    In questo momento la situazione del turismo Finalese presenta alcune luci e altrettante ombre e come imprenditori del turismo, ci troviamo a dover affrontare momenti  d’incertezza e difficoltà.
    La lettura approfondita ed obiettiva dei dati sull’andamento del movimento turistico in questi ultimi anni dimostra inequivocabilmente la fragilità dell’offerta turistica finalese, il cui posizionamento sui mercati è ancora troppo condizionato da fattori esogeni indipendenti dalla nostra struttura d’offerta.
    Se il Turismo è e dovrà essere il motore principale del nostro sistema socio-economico, la sua competitività deve e dovrà essere assolutamente costruita sulla reputazione e l’appeal del suo sistema integrato e multi prodotto di offerta.
    Per poter far questo la nostra Agenda pone al centro dell’attenzione:

    1. Il metodo di approccio nella costruzione ed attuazione delle politiche turistiche fondato sul coinvolgimento attivo, la programmazione strategica e il racconto della verità per poter superare i principali punti di debolezza di approccio attuali, ovvero la banalizzazione(si pensa che sia facile fare turismo ma nessuno costruisce l’economia del turismo); il racconto di chi siamo e che cosa abbiamo senza che si costruiscano prodotti turistici ed esperienze di vacanza; la percezione che le manifestazioni siano il fondamento e non il complemento dell’offerta turistica. Le fondamenta sono le infrastrutture, i servizi, i prodotti e le esperienze.
    2. Una lista delle nostre priorità:
    • Attenzione alla pulizia, al decoro e alla “bellezza” della Città in tutti i suoi aspetti d’impatto pubblico: una Città turistica deve saper stupire “in bellezza e qualità” i propri cittadini ed ospiti;
    • Attenzione alla sicurezza per le persone e le cose: il grado di sicurezza di una località è parte integrante del diritto alla qualità della vita dei suoi cittadini ed è uno degli elementi chiave della reputazione di una destinazione turistica;
    • Cura e rinnovamento complessivo delle passeggiate a mare: illuminazione, pavimentazione, aiuole(anche in adozione agli esercenti), servizi igienici pubblici;
    • Affrontare l’emergenza Palme il simbolo della nostra Riviera!
    • Riqualificazione complessiva del waterfront della Città;
    • Salvaguardia e ripascimenti degli arenili e miglioramento della gestione delle spiagge libere;
    • Implementazione dei servizi e delle infrastrutture della città:
      • parcheggi,
      • servizio navetta,
      • viabilità, aree pedonali, piste ciclabili cittadine, ribadendo il concetto che una pedonalizzazione senza prima  aver predisposto un sistema di parcheggi ed una viabilità alternativa efficienti , non solo non è utile, ma può rivelarsi persino controproducente
      • Tratto Noli-Finale-Borgio della ciclovia Tirrenica
      • Collegamenti diretti(ascensori inclinati, funicolari, ecc.) tra Castelfranco e Finalmarina e tra Finalborgo e Castel San Giovanni
      • accessibilità per tutti, free wifi;
    • Sistemazione, messa in sicurezza e potenziamento del porto turistico, che deve diventare una delle infrastrutture “core” della nostra Città;
    • Sviluppo dei prodotti turistici del Portfolio Finale secondo i seguenti principi basilari
      • Finale non è “solo mare” ma neppure “solo outdoor”,
      • È urgente e indifferibile provvedere a regolamentare l’uso e a programmare la manutenzione della rete sentieristica finalese
      • E’ utile programmare ed attuare nel breve azioni immediate per dar nuovo slancio alla nostra offerta turistica, ad es: buble tent, servizi pubblici di nursery e baby changing, dog hotel, ecc.
      • Uno dei punti d’innovazione dovrà essere la costruzione di un prodotto turistico specifico fondato sul binomio silver economy/wellness
      • Piscina per la Talassoterapia e Centro benessere da progettare nelle ex aree Piaggio.
    • Sostegno alle imprese alberghiere nei processi d’innovazione e investimento:semplificazione iter burocratici; revisione della tassazione e delle tariffe locali secondo criteri di sostenibilità ed equità; riduzione degli oneri di urbanizzazione e di costruzione.
    • Promozione della destinazione Finale, del suo Portfolio prodotti e delle esperienze di vacanza nei mercati obiettivo e presso i target di riferimento.

    Elezioni 2019 Finale Ligure | Agenda di lavoro per le politiche del Turismo | Maggiori informazioni

    elezioni 2019 elezioni 2019 elezioni 2019
  • Tassa rifiuti Alberghi - L proposta di UPA Savona - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Tassa rifiuti Alberghi: la proposta di UPA Savona

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Lo scorso 26 aprile a Ranzi, durante l’incontro con i Sindaci della provincia di Savona, come Unione Provinciale Albergatori di Savona abbiamo avanzato una nostra proposta sulla tassa rifiuti delle strutture ricettive, che prevede un risparmio per gli alberghi e un minor costo per i comuni.
    La tari si compone di due parti, quella fissa, che copre tutti i costi generali, e quella variabile, che riguarda specificatamente i costi relativi alla produzione di rifiuti.
    La nostra proposta si riferisce alla quota variabile e si basa su due concetti: la stagionalità, in modo che le aziende paghino solo per i mesi di apertura, perché quando gli alberghi sono chiusi non producono rifiuti, e la scontistica, come prevede la norma, nel caso organizzassimo una raccolta differenziata autonoma, senza gravare sulle attività di costo del comune, per la parte di umido, vetro, plastica, carta e di tutti i rifiuti riciclabili, riducendo dunque i costi all’ente e anche alle imprese.
    Inoltre, le risorse che si libererebbero per i minori costi che il comune dovrebbe sostenere, potrebbero essere utilizzate per maggiori e migliori servizi (spazzamento, verde pubblico, ritiro e smaltimento dei rifiuti domestici, ecc).
    Come UPA Savona chiediamo quindi un segnale di interesse ed attenzione, che serve per dare alle imprese il senso che il mondo dell’economia e degli enti locali è vicino alle aziende turistiche che hanno la maggiore possibilità e capacità di creare reddito, sviluppo ed occupazione sul nostro territorio provinciale.
    Al termine dell’incontro abbiamo deciso di aggiornarci dopo le elezioni amministrative del prossimo 5 giugno per valutare insieme la nostra proposta, ma nel frattempo abbiamo inviato a tutti i Sindaci del savonese una nota riepilogativa ed esplicativa ed ora aspettiamo una loro risposta, dopodichè vedremo tutti quanti insieme chi ha voglia di impegnarsi seriamente e concretamente per il mondo dell’economia del turismo.

    tassa rifiuti alberghi tassa rifiuti alberghi tassa rifiuti alberghi tassa rifiuti alberghi .