• Tourist Card Ligurian Riviera - Camera di Commercio di Savona - Pianeta Turismo

    Tourist Card Ligurian Riviera: presentazione progetto in Camera di Commercio a Savona

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Questa mattina nella sede della Camera di Commercio Riviere di Liguria a Savona è stata presentata la “Tourist Card Ligurian Riviera”.
    Il progetto di promozione turistica scaturisce dall’accordo di collaborazione per lo sviluppo e la competitività del Turismo nella provincia di Savona, a cui hanno aderito i Comuni di Alassio, Albenga, Borghetto Santo Spirito, Finale Ligure, Loano, Noli, Pietra Ligure, Spotorno, Toirano, Tovo San Giacomo, Varazze e le associazioni di categoria Coldiretti Savona, Confederazione Italiana Agricoltori Savona, Confagricoltura Savona, Confesercenti Savona, Faita Liguria, Fiaip Savona, Fimaa Savona, Unione Provinciale Albergatori di Savona.
    Il progetto sarà realizzato grazie ai proventi dell’imposta di soggiorno: il 15% del gettito complessivo della tassa di soggiorno incassata annualmente dagli 11 Comuni del Savonese sarà investito per iniziative di promozione turistica, sulla base di un programma elaborato da un Comitato Tecnico composto dai Comuni e dalle Associazioni firmatarie, coordinato e presieduto dalla Camera di Commercio Riviere di Liguria.
    Una parte del risorse sarà utilizzata per attività di promozione sul web per per migliorare ed incrementare la competitività dell’offerta turistica savonese sui principali mercati di riferimento sia nazionali (Piemonte e Lombardia) che esteri (Germania, Svizzera, Austria, Francia, Inghilterra, Paesi Bassi, Belgio).
    E’ stata anche presentata la “Tourist Card Ligurian Riviera” che – oltre a prevedere sconti per musei, centri sportivi, parchi acquatici, locali, eventi, attrazioni, cinema, ecc – permetterà di usufruire gratuitamente degli autobus dell’azienda di trasporto Tpl Linea che collega le località della provincia di Savona per i primi sette giorni di soggiorno.
    La Tourist Card sarà consegnata gratuitamente agli ospiti delle strutture ricettive ed extra-ricettive degli 11 Comuni del Savonese che hanno aderito al progetto e sarà valida per tutta la durata del soggiorno.
    I turisti potranno così usufruire di agevolazioni e sconti per scoprire le opportunità culturali, sportive, paesaggistiche ed enogastronomiche del nostro territorio.
    A breve, inoltre, saranno attivati il sito web www.ligurianriviera.it, l’app “Tourist Card Ligurian Riviera” e la relativa pagina Facebook.

    . tourist card ligurian riviera tourist card ligurian riviera .
  • Bando Voucher Digitali I4.0 – Anno 2019 Contributi a fondo perduto - Pianeta Turismo

    Bando Voucher Digitali I4.0 – Anno 2019: Contributi a fondo perduto

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    La Camera di Commercio Riviere di Liguria ha approvato il nuovo “Bando Voucher Digitali I4.0 – Anno 2019”, aperto a tutte le micro, piccole e medie imprese delle province di Imperia, La Spezia e Savona.
    In sostanza, si tratta di un contributo a fondo perduto in regime “de minimis” e pari al 70% della spesa (contributo massimo 10.000 euro) per acquisti in tema “industria 4.0”: si tratta quindi delle spese inerenti le c.d. “competenze e tecnologie in ambito digitale”, ovverosia di servizi di consulenza e/o formazione finalizzati alla acquisizione della competenza/soluzione/tecnologia digitale oltre all’acquisto di  beni strumentali (hardware, software, ecc).
    Il bando, con procedura a sportello valutativo (secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande fino ad esaurimento fondi), prevede una dotazione finanziaria di € 200.000,00.
    Ogni singola impresa potrà presentare una sola richiesta di contributo.
    A pena di esclusione le richieste di voucher devono essere trasmesse dalle ore 8.00 del 10/04/2019 alle ore 21.00 del 15/07/2019, mediante PEC.

    Bando Voucher Digitali I4.0 – Anno 2019 | Maggiori informazioni

     

  • Il movimento turistico in provincia di Savona ad ottobre - Angelo Berlangieri - Assunzioni

    Oltre 27.000 assunzioni programmate in Liguria nel primo trimestre del 2019

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Il Sistema Informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere Liguria in accordo con ANPAL, ha fornito i primi risultati del monitoraggio dei fabbisogni occupazionali delle imprese liguri nel primo trimestre 2019.
    A livello nazionale si registra una flessione delle entrate previste sia su base mensile (-49.510 rispetto a gennaio 2018) che trimestrale (-58.620 rispetto al periodo gennaio-marzo 2018), in larga parte dovuta al clima di incertezza che grava sui piani di sviluppo delle imprese.
    In Liguria sono 9.660 i contratti programmati dalle imprese nel mese di gennaio, in calo di 690 unità rispetto a gennaio 2018 (ma aumenta il numero di imprese che intendono assumere) e saliranno a 27.590 nei primi tre mesi del 2019, in lieve aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (+1,0%).
    Dall’analisi degli ultimi 12 mesi, risulta evidente un picco di assunzioni nel mese di giugno, in preparazione della stagione estiva, quasi totalmente assorbite dal settore turistico (servizi di alloggio e ristorazione, servizi turistici).
    Il settore dei servizi nel complesso assorbirà il 76% delle entrate previste, in particolare i servizi alle imprese (7.330 entrate previste) e i servizi turistici, di alloggio e ristorazione (6.050) mentre l’industria il rimanente 24%.
    Rispetto alla classe dimensionale delle imprese, il 66% delle entrate riguarderà quelle con meno di 50 dipendenti.
    Cresce, in termini percentuali, la richiesta da parte delle imprese di profili high skill ad alta specializzazione, sia a livello dirigenziale che tecnico, e proprio questa ricomposizione della domanda spiega l’aumento di 7 punti percentuali della difficoltà di reperimento (dal 25% di gennaio 2018 al 32% di gennaio 2019).
    In provincia di Savona il 23,3% delle imprese con dipendenti prevede 4.150 assunzioni (l’11,5% in meno rispetto al 2018), di cui 2.920 tra febbraio e marzo, che privilegiano anche in questa provincia figure legate ai servizi turistici e commerciali: cuochi e camerieri (830), personale non qualificato nei servizi di pulizia (420) e commessi (300).
    Nell’estremo ponente, su 4.920 imprese imperiesi con dipendenti, il 21,8% ha comunicato l’intenzione di assumere nuovo personale. Delle 3.020 assunzioni programmate (il 2,3% in meno rispetto al 2018), di cui 1.910 tra febbraio e marzo, il 23% riguarderà cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici (700), seguiti da personale non qualificato nei servizi di pulizia (380) e commessi (250).
    In quella di Genova sono circa il 22% le imprese con dipendenti che prevedono nuove assunzioni, che nel primo trimestre del 2019 ammonteranno a 16.250 (il 6,1% in più rispetto al 2018), di cui 10.210 tra febbraio e marzo: tra le figure professionali più richieste dalle imprese troviamo sempre al primo posto cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici (2.020), seguono tecnici delle vendite (1.300) e conduttori di mezzi di trasporto (1.230), che insieme rappresentano il 28% delle entrate complessive previste.
    Infine a La Spezia si registra la quota più alta di imprese con dipendenti che intendono assumere nel primo trimestre, il 26,0%. Le assunzioni programmate sono 4.180 (in calo dello 0,9% rispetto ad un anno fa), di cui 2.950 tra febbraio e marzo: al primo posto vengono richiesti cuochi e camerieri (930) e a seguire operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche (510) e personale non qualificato nei servizi di pulizia (370).

    Per maggiori informazioni collegarsi al sito di Unioncamere

    assunzioni assunzioni assunzioni assunzioni