• Credito d'imposta per le strutture ricettive alberghiere - Arriva il click day - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Credito d’imposta per le strutture ricettive alberghiere: arriva il click day

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Dalle ore 10.00 di martedì 7 febbraio alle ore 16.00 di mercoledì 8 febbraio 2017 sarà attivo il click day per l’accesso al credito d’imposta per la riqualificazione e l’accessibilità delle strutture ricettive alberghiere.

    In pratica le strutture alberghiere, esistenti alla data del 1° gennaio 2012 e con più di 7 camere/unità abitative, potranno recuperare sotto forma di credito d’imposta, fino ad un massimo di 200mila euro, il 30% delle spese sostenute per interventi di:

    • ristrutturazione edilizia;
    • abbattimento delle barriere architettoniche;
    • incremento dell’efficienza energetica;
    • acquisto di mobili e componenti di arredo, incluse le cucine e le attrezzature professionali per la ristorazione.

    Il credito d’imposta, eventualmente riconosciuto, potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione, ripartito in tre quote annuali di pari importo ciascuna, e non è cumulabile, per le stesse spese, con altre agevolazioni di natura fiscale.

    La domanda per ottenere il credito d’imposta deve essere presentata esclusivamente per via telematica utilizzando il potale procedimenti del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo (MIBACT) secondo una procedura che prevede:

    • una prima fase preparatoria di compilazione della domanda, dal 9 al 27 gennaio 2017;
    • una seconda fase (il cosiddetto click day) d’invio della domanda, dal 30 gennaio al 3 febbraio 2017.

    Considerando che la quantità di risorse disponibili per far fronte alle richieste di credito d’imposta è pari a 50 milioni di euro, è del tutto probabile che si esauriranno nei primissimi momenti di apertura del click day (nel precedente click day a valere sulle spese effettuate nel 2015, le risorse a disposizione sono state esaurite in 50 secondi).
    Nel caso in cui gli associati all’Unione Provinciale Albergatori di Savona abbiano la necessità di avvalersi di professionisti per la redazione e l’invio della richiesta di agevolazione, UPA Savona è a disposizione per fornire i nominativi ed i contatti dei consulenti aderenti al Pool Servizi.

    credito d’imposta credito d’imposta credito d’imposta credito d’imposta credito d’imposta
  • Legge di Stabilità 2017 - Le misure a sostegno delle imprese ricettive - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Legge di Stabilità 2017: le misure a sostegno delle imprese ricettive

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Da gennaio del prossimo anno, con l’approvazione definitiva della Legge di Stabilità 2017, entrano in vigore alcune importanti misure a sostegno della competitività del sistema delle imprese ricettive.
    Misure che sono state inserite nell’articolato della Legge anche grazie al lavoro d’impulso messo in atto da UPA per il tramite di Confindustria Italia Alberghi.

    Tra le norme più significative sono da evidenziare:

    1. l’abolizione degli studi di settore;
    2. la no local tax che blocca per tutto l’anno 2017 l’eventualità d’introduzione dell’imposta di soggiorno;
    3. la riduzione dell’IRES al 24% con l’introduzione, per le imprese individuali e le società di persone, della nuova IRI (Imposta sul Reddito della Imprese) con aliquota pari all’IRES (24%);
    4. il Tax Credit per gli interventi di riqualificazione delle imprese alberghiere che consente in pratica di recuperare, sotto forma di credito d’imposta, fino ad un massimo di 200.000 euro, il 65% delle spese sostenute nel 2017 e nel 2018 per interventi antisismici e di ristrutturazione edilizia, efficientamento energetico, abbattimento delle barriere architettoniche ed acquisto di mobili ed arredi. Lo stanziamento è fissato in 60 milioni di euro per il 2018, 120 milioni per il 2019 e 60 milioni per il 2020. Le modalità di attuazione del nuovo bonus sono demandate ad uno specifico decreto del MIBACT.

    Un pacchetto di misure sicuramente interessanti anche se sono rimasti ancora aperti perlomeno due fronti importanti su cui dover lavorare:

    • il riconoscimento della strumentalità all’attività d’impresa degli immobili in cui si esercita l’attività alberghiera con conseguente possibilità di detrazione di tutti i costi fiscali, IMU in primis, ad essi correlati;
    • la semplificazione dell’anacronistica giungla dei diversi diritti “d’autore e similari” richiesti da soggetti diversi a valere sulla trasmissione dei programmi televisivi con le televisioni in dotazione nelle camere e spazi comuni delle strutture ricettive.
    legge di stabilità 2017 legge di stabilità 2017 legge di stabilità 2017 legge di stabilità 2017 .