• 2017 da record per i musei italiani - Pianeta Turismo - Angelo Berlangieri

    2017 da record per i musei italiani

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    “I dati definitivi del 2017 segnano il nuovo record per i musei italiani: superata la soglia dei 50 milioni di visitatori ed incassi che sfiorano i 200 milioni di euro, con un incremento rispetto al 2016 di circa 5 milioni di visitatori e di 20 milioni di euro”.
    “Il bilancio della riforma dei musei – prosegue il ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini – è davvero eccezionale: dai 38 milioni del 2013 ai 50 milioni del 2017, i visitatori sono aumentati in quattro anni di circa 12 milioni (+31%) e gli incassi di circa 70 milioni di euro (+53%). Risorse preziose che contribuiscono alla tutela del nostro patrimonio e che tornano regolarmente nelle casse dei musei attraverso un sistema che premia le migliori gestioni e garantisce le piccole realtà con un fondo di perequazione nazionale. I musei e i siti archeologici italiani stanno vivendo un momento di rinnovata vitalità e al successo dei visitatori e degli incassi corrisponde una nuova centralità nella vita culturale nazionale, un rafforzamento della ricerca e della produzione scientifica e un ritrovato legame con le scuole e con i territori”
    “Per il quarto anno consecutivo – sottolinea Franceschini – l’Italia viaggia in controtendenza rispetto al resto d’Europa con tassi di crescita a due cifre, soprattutto nelle regioni del Mezzogiorno che, anche nel 2017, hanno avuto un ruolo fondamentale nella formazione del trend nazionale. La Campania è ormai stabile al secondo posto della classifica delle regioni più virtuose: la rinascita di Pompei è stata sicuramente da traino ma sono state molto positive anche le altre esperienze delle gestioni autonome dalla Reggia di Caserta, al Museo archeologico Nazionale di Napoli, a Capodimonte, a Paestum”
    “Nel 2017 – conclude Franceschini – tutti i musei hanno registrato significativi tassi di crescita, ma il patrimonio archeologico è stato il più visitato: circa un terzo dei visitatori si sono concentrati tra Pompei, Paestum, Colosseo, Fori, Ostia Antica, Ercolano,  l’Appia antica e i grandi musei nazionali come Napoli, Taranto, Venezia e Reggio Calabria e il Museo nazionale romano”.
    Sul podio delle regioni con il maggior numero di visitatori il Lazio (23.047.225), la Campania (8.782.715), la Toscana (7.042.018); i tassi di crescita dei visitatori più elevati sono stati registrati in Liguria (+26%), Puglia  (+19,5%) e Friuli Venezia Giulia (15,4%).
    Per quanto riguarda la Liguria, si è passati dai 203.262 visitatori del 2016 ai 255.958 nel 2017.
    A Genova si sono registrati gli aumenti più evidenti. Palazzo Reale si attesta tra i cinque posti della cultura nazionale più visitati in Italia, con un più 14% di visitatori.
    Tra i luoghi tradizionalmente meno visitati, due liguri occupano il secondo ed il terzo posto per incremento percentuale: il Forte di Santa Tecla a Sanremo è passato dai 17.464 visitatori del 2016 ai 48.565 del 2017 (+178%), mentre la Villa Romana del Varignano a Porto Venere è passata dai 1.489 visitatori del 2016 ai 3.470 del 2017 (+133%).
    Per la direttrice del Polo museale Ligure Serena Bertolucci, questo risultato “è dovuto a una serie di lavori importanti per i luoghi della cultura a Genova e in Liguria: per prima cosa li abbiamo resi visibili con un’azione di riconoscimento e affermazione di apertura alla città e alla regione. Abbiamo voluto far capire ai genovesi e ai liguri, ma anche a chi viene a vedere il museo che il patrimonio è il loro. Svecchiamo l’idea del museo che conserva, il museo restituisce quello che conserva”.

    musei italiani musei italiani musei italiani musei italiani musei italiani .
  • Parco Naturale Regionale del Beigua - Angelo Berlangieri - C-Way

    C-WAY presenta il progetto “Italian Riviera” agli operatori

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Il progetto Italian Riviera, lanciato lo scorso maggio dall’Unione Provinciale Albergatori di Savona in collaborazione con C-Way, è stato presentato agli operatori nazionali e internazionali.
    Italian Riviera, un’offerta integrata e multi prodotto che punta a valorizzare il territorio savonese, è stata illustrata in diversi workshop ed eventi del settore turistico, a partire da settembre.
    C-Way, a cui l’Unione Provinciale Albergatori di Savona ha affidato il compito di costruire dei prodotti esperienziali unici creando un network di operatori territoriali, ha recentemente presentato Italian Riviera a Lione e a Colonia in occasione degli workshop organizzati da Enit e dedicati al progetto “Green and Blue”, per la promozione del turismo outdoor.
    Grazie alla sua particolarità, il territorio savonese ha riscontrato forti interessi anche al Workshop SPORT e FVG 2017 di Udine, dedicato a proposte di vacanze attive outdoor, soggiorni ed eventi sportivi, itinerari slow nella natura.
    In accordo con la compagnia aerea FlyValan, che opererà con nuovi voli da Bruxelles-Ginevra-Barcellona-Trieste per/da Genova, C-Way è stato presente alla Conference press e al “trade day” che si sono tenuti a Bruxelles il 2 ottobre, per la promozione del territorio ligure
    È in programma inoltre la partecipazione di C-Way alle manifestazioni di settore TTG (Rimini 12-14 Ottobre 2017)  e Buy Liguria (Genova, 18 ottobre 2017).
    Italian Riviera, oltre all’obiettivo primario di un miglior coordinamento tra gli attori dell’offerta turistica territoriale, mira a destagionalizzare i flussi già in essere e porre attenzione ai bacini che hanno iniziato a scoprire questo territorio ricco di attrattive naturali e storiche.
    I turisti possono vivere il loro soggiorno in Italian Riviera sia scegliendo tra i pacchetti turistici proposti, sia miscelando tutti gli ingredienti per costruirsi una vacanza “su misura”, scegliendo le “esperienze” da vivere in coppia, con gli amici o in famiglia.
    Il territorio savonese interessato al progetto consta di circa 70 km di costa, da Varazze ad Andora, oltre ad alcune destinazioni nell’entroterra. È caratterizzato da bellezze naturali e ricchezza del patrimonio artistico/monumentale: un mix che permette di coniugare la possibilità di soggiorni in pieno relax a quella di praticare un turismo attivo, in particolare per alcune pratiche sportive (ad esempio il biking nelle sue varie declinazioni) per le quali la provincia costituisce oggi un punto di riferimento a livello internazionale.

    C-Way nasce da un gruppo di esperti nel turismo e da due importanti realtà italiane: Costa Edutainment S.p.A. e Civita Cultura Holding società appartenente al Gruppo Civita, entrambe impegnate nella gestione, nella promozione e nello sviluppo di importanti siti legati alla cultura, all’arte e all’ambiente in tutta Italia | Maggiori informazioni

    c-way c-way c-way c-way c-way
  • Per sempre stelle - Gala internazionale di danza - Teatro Manzoni Milano - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    PER SEMPRE STELLE, Gala Internazionale di Danza al Manzoni di Milano

    Tag:, , , , , , , , , ,

    Un Gala per ricordare il Festival Internazionale del Balletto di Nervi, vetrina mondiale creata nel 1955 a Genova da Mario Porcile. Il ricordo di Carla Fracci e Luciana Savignano; la presenza sul palco di Lindsay Kemp;  la partecipazione di Vittorio Biagi,  Maurizio Bellezza, Renata Calderini, il contributo di una giovane stella del Teatro alla Scala e gli omaggi di Liliana Cosi con Nuovo Balletto Classico, Anna Razzi con artisti del Teatro San Carlo di Napoli, Pompea Santoro con Eko Dance Project, Loredana Furno con Balletto Teatro di Torino, Paola Cantalupo con Cannes Jeune Ballet, Davide Bombana con artisti del Teatro dell’Opera di Roma, Roberto Fascilla con Premio MAB. Tra le coreografie anche brani di Mats Ek, Itzik Galili, Claude Brumachon.

    PER SEMPRE STELLE
    GALA INTERNAZIONALE DI DANZA

    IN RICORDO DI MARIO PORCILE E DEL FESTIVAL DI NERVI

    DIREZIONE ARTISTICA SIMONA GRIGGIO
    D’ANGEL – ANGELI DELLA DANZA
    COORDINAMENTO ARTISTICO AURORA MARSOTTO
    OMAGGIO PER IMMAGINI CRO.ME – CRONACA E MEMORIA DELLO SPETTACOLO
    SELEZIONE IMMAGINI STORICHE MONICA CORBELLINI

    MARTEDI’ 21 MARZO 2017 | ORE 20.30 | TEATRO MANZONI DI MILANO

    MAGGIORI INFORMAZIONI

    IL VIDEO DI PRESENTAZIONE

    Fondato nel 1870 ed intitolato ad Alessandro Manzoni dal 1873, il Teatro Manzoni è tra i più prestigiosi teatri italiani. Collocato nel centro di Milano, nel cuore del quadrilatero della moda, a poca distanza da via Montenapoleone e Piazza della Scala, il Teatro è stato concepito con la sua attuale struttura nel 1950.
    Gli ampi spazi dell’atrio, l’elegante foyer e la sala teatrale con una capienza di 842 posti sono impreziositi dagli affreschi di Achille Funi e dalle sculture di Leone Lodi.
    Dal 1978 è parte del Gruppo Fininvest il quale, intervenuto per preservare la storica sala dalla minacciata trasformazione in spazio commerciale, contribuisce da 35 anni a sostenerne l’attività consolidandone identità, immagine ed offerta.
    I volti che fanno la storia del teatro italiano si susseguono sul palco del Teatro Manzoni. Solo per citarne alcuni Vittorio Gassman, Eduardo De Filippo, Giorgio Albertazzi, Carlo Giuffrè, Gigi Proietti, Mariangela Melato, Michele Placido, Gabriele Lavia, Sergio Rubini, Margherita Buy, Vincenzo Salemme, Luca Barbareschi, Massimo Dapporto, Enzo Iacchetti, Massimo Ghini.
    Nel solco di questa vocazione il Teatro rinnova ogni stagione il suo impegno per offrire al pubblico e alla città il meglio del teatro.

    per sempre stelle per sempre stelle per sempre stelle per sempre stelle per sempre stelle