• Pianeta Turismo - Conferenza stampa Finale Ligure - Elezioni 2019

    Elezioni 2019 Finale Ligure: agenda di lavoro per le politiche del turismo

    Tag:, , , , , , ,

    Come rappresentanze finalesi delle imprese turistico – ricettive e degli stabilimenti balneari questa mattina abbiamo presentato ai candidati Sindaco alle prossime elezioni amministrative e ai partiti e movimenti politici di Finale la nostra agenda di lavoro per le politiche turistiche, che ha come unico obiettivo lo sviluppo ed il miglioramento della competitività del Turismo.
    Com’è giusto che sia e come è sempre stato, non vogliamo e non abbiamo alcun interesse ad assumere un ruolo “partitico” e non intendiamo appoggiare (od osteggiare) alcun candidato Sindaco o Consigliere in particolare, tuttavia, rivendichiamo con forza il ruolo che ci compete, di  protagonisti  dell’economia turistica della nostra Città, proponendo una serie di riflessioni che possano esser utili a costruire le piattaforme politiche per il turismo dei prossimi 5 anni.
    In questo momento la situazione del turismo Finalese presenta alcune luci e altrettante ombre e come imprenditori del turismo, ci troviamo a dover affrontare momenti  d’incertezza e difficoltà.
    La lettura approfondita ed obiettiva dei dati sull’andamento del movimento turistico in questi ultimi anni dimostra inequivocabilmente la fragilità dell’offerta turistica finalese, il cui posizionamento sui mercati è ancora troppo condizionato da fattori esogeni indipendenti dalla nostra struttura d’offerta.
    Se il Turismo è e dovrà essere il motore principale del nostro sistema socio-economico, la sua competitività deve e dovrà essere assolutamente costruita sulla reputazione e l’appeal del suo sistema integrato e multi prodotto di offerta.
    Per poter far questo la nostra Agenda pone al centro dell’attenzione:

    1. Il metodo di approccio nella costruzione ed attuazione delle politiche turistiche fondato sul coinvolgimento attivo, la programmazione strategica e il racconto della verità per poter superare i principali punti di debolezza di approccio attuali, ovvero la banalizzazione(si pensa che sia facile fare turismo ma nessuno costruisce l’economia del turismo); il racconto di chi siamo e che cosa abbiamo senza che si costruiscano prodotti turistici ed esperienze di vacanza; la percezione che le manifestazioni siano il fondamento e non il complemento dell’offerta turistica. Le fondamenta sono le infrastrutture, i servizi, i prodotti e le esperienze.
    2. Una lista delle nostre priorità:
    • Attenzione alla pulizia, al decoro e alla “bellezza” della Città in tutti i suoi aspetti d’impatto pubblico: una Città turistica deve saper stupire “in bellezza e qualità” i propri cittadini ed ospiti;
    • Attenzione alla sicurezza per le persone e le cose: il grado di sicurezza di una località è parte integrante del diritto alla qualità della vita dei suoi cittadini ed è uno degli elementi chiave della reputazione di una destinazione turistica;
    • Cura e rinnovamento complessivo delle passeggiate a mare: illuminazione, pavimentazione, aiuole(anche in adozione agli esercenti), servizi igienici pubblici;
    • Affrontare l’emergenza Palme il simbolo della nostra Riviera!
    • Riqualificazione complessiva del waterfront della Città;
    • Salvaguardia e ripascimenti degli arenili e miglioramento della gestione delle spiagge libere;
    • Implementazione dei servizi e delle infrastrutture della città:
      • parcheggi,
      • servizio navetta,
      • viabilità, aree pedonali, piste ciclabili cittadine, ribadendo il concetto che una pedonalizzazione senza prima  aver predisposto un sistema di parcheggi ed una viabilità alternativa efficienti , non solo non è utile, ma può rivelarsi persino controproducente
      • Tratto Noli-Finale-Borgio della ciclovia Tirrenica
      • Collegamenti diretti(ascensori inclinati, funicolari, ecc.) tra Castelfranco e Finalmarina e tra Finalborgo e Castel San Giovanni
      • accessibilità per tutti, free wifi;
    • Sistemazione, messa in sicurezza e potenziamento del porto turistico, che deve diventare una delle infrastrutture “core” della nostra Città;
    • Sviluppo dei prodotti turistici del Portfolio Finale secondo i seguenti principi basilari
      • Finale non è “solo mare” ma neppure “solo outdoor”,
      • È urgente e indifferibile provvedere a regolamentare l’uso e a programmare la manutenzione della rete sentieristica finalese
      • E’ utile programmare ed attuare nel breve azioni immediate per dar nuovo slancio alla nostra offerta turistica, ad es: buble tent, servizi pubblici di nursery e baby changing, dog hotel, ecc.
      • Uno dei punti d’innovazione dovrà essere la costruzione di un prodotto turistico specifico fondato sul binomio silver economy/wellness
      • Piscina per la Talassoterapia e Centro benessere da progettare nelle ex aree Piaggio.
    • Sostegno alle imprese alberghiere nei processi d’innovazione e investimento:semplificazione iter burocratici; revisione della tassazione e delle tariffe locali secondo criteri di sostenibilità ed equità; riduzione degli oneri di urbanizzazione e di costruzione.
    • Promozione della destinazione Finale, del suo Portfolio prodotti e delle esperienze di vacanza nei mercati obiettivo e presso i target di riferimento.

    Elezioni 2019 Finale Ligure | Agenda di lavoro per le politiche del Turismo | Maggiori informazioni

    elezioni 2019 elezioni 2019 elezioni 2019
  • Cantiere del Malpasso si deve risolvere il problema il prima possibile - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Cantiere del Malpasso: si deve risolvere il problema il prima possibile

    Tag:, , , , , ,

    La bella stagione non è soltanto a ferragosto. Le attività ricettive sono pronte a lavorare fin da marzo, ma la viabilità non deve essere un disagio.
    Come Unione Provinciale Albergatori di Savona siamo pronti ad inviare una nota ad ANAS affinché cerchi di accelerare al massimo i tempi legati a cantieri aperti e viabilità sul Malpasso.
    Non è più come negli anni ’60, quando la stagione si faceva iniziare a giugno e si chiudeva dopo il ponte di ferragosto. Oggi gli albergatori sono pronti ad accogliere gente fin da marzo, abbiamo un turismo che privilegia meno i lunghi periodi ma sfrutta ogni weekend e tutti i ponti possibili, da Pasqua, al XXV Aprile, al 1° Maggio.
    Però anche la viabilità deve aiutare!
    Chi gestisce le infrastrutture ci dia una mano in ogni modo possibile, altrimenti il turista quando si accorgerà di trascorrere metà della sua vacanza nel traffico abbandonerà la Liguria e sceglierà altre mete.

    . cantiere del malpasso cantiere del malpasso cantiere del malpasso .
  • Turismo invernale in provincia di Savona - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo - Programma Americano

    Il programma americano “The Voyager” alla scoperta di Finale e Varigotti

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Nei giorni scorsi, la troupe statunitense del programma “The Voyager” ha effettuato riprese a Finale Ligure e Varigotti, per realizzare una puntata del format televisivo statunitense dedicato al target familiare che andrà in onda nella prossima primavera sulla National Broadcasting Company.
    Il presentatore, insieme ad una guida locale, hanno girato in bici tra le vie e le piazze del borgo medievale alla scoperta delle bellezze nascoste, tra cui anche le botteghe artigiane.
    La troupe della NBC, azienda radiotelevisiva statunitense con sede principale a New York, ha effettuato anche riprese panoramiche con l’ausilio di un drone a Noli, Verezzi e Cervo.
    Un’occasione molto importante, a costo zero, per far conoscere e promuovere la nostra regione ed il nostro territorio dall’altra parte del mondo.
    Se si vuole uscir fuori dal tunnel dell’attuale situazione di crisi economico-produttiva, dobbiamo essere capaci di conquistarci il futuro ed investire prioritariamente nelle politiche per l’economia del turismo.
    Continuare a considerare il lavoro nel turismo un ripiego da ultima “spiaggia” e il turismo stesso un problema di gestione del tempo libero è un errore strategico e di prospettiva che il tessuto socio-economico del nostro paese, che ormai da tempo attende segnali positivi di miglioramento, non merita e non può più permettersi.
    Oggi, l’economia del turismo per essere veramente competitiva, soprattutto a livello internazionale, non deve limitarsi a vendere la sola destinazione, ma deve soprattutto vendere l’esperienza della destinazione.
    Bisogna mettere al centro le esperienze che caratterizzano e rendono unica e diversa la destinazione, che sia una città o un territorio.
    Negli ultimi anni gli imprenditori hanno investito risorse economiche ed umane ed il movimento turistico in Liguria e in Riviera è infatti in crescita, grazie a un processo di innovazione del prodotto, rinnovamento delle strutture, formazione del personale, ampliamento dei servizi offerti e miglioramento del posizionamento della nostra destinazione, soprattutto sui mercati internazionali.

    . programma americano programma americano programma americano .