• Bandiera Blu 2017 Liguria regina delle coste italiane - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Bandiera Blu 2017: Liguria regina delle coste italiane

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Sono 342 le spiagge italiane “da sogno” che quest’anno hanno ottenuto la Bandiera Blu 2017, 49 in più rispetto allo scorso anno, con la Liguria regina delle coste italiane.
    I criteri di premiazione per ottenere questo importante riconoscimento, che da trent’anni viene assegnata in oltre 40 paesi dalla Foundation for Environmental Education (FEE), non valutano solo i litorali paradisiaci ma anche qualità del servizio, ecologia e capacità di valorizzare la natura circostante.
    I criteri  per l’assegnazione sono 32: l’assoluta validità delle acque di balneazione (ovvero, l’acqua dev’essere pulitissima); l’efficienza della depurazione; la raccolta differenziata; le aree pedonali; le piste ciclabili; gli spazi verdi; i servizi degli stabilimenti balneari.
    La Liguria si conferma regina del mare arrivando a 27 località (con 2 nuovi ingressi rispetto al 2016: Camogli e Bonassola), seguono come lo scorso anno la Toscana con 19 località e le Marche con 17.
    Nel complesso in un anno la situazione è migliorata: da 293 spiagge si è passati a 342, 49 in più rispetto all’anno scorso, pari a circa il 5% di quelle premiate a livello mondiale; da 152 si è passati a 163 Comuni, 11 in più rispetto al 2016.
    Per quanto riguarda la provincia di Savona, quest’anno sono 13 i vessilli (5 per la provincia di Spezia, 3 per quella di Imperia e 6 per quella di Genova), uno in più rispetto al 2016 (Albissola Marina, Loano, Celle Ligure, Pietra Ligure, Borghetto Santo Spirito, Albisola Superiore, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Varazze e Savona), con l’ingresso di Ceriale.
    “È con soddisfazione che annunciamo anche per il 2017, un aumento di comuni Bandiera Blu, ben 163” ha detto Claudio Mazza, presidente della Fee Italia, rilevando che “è un percorso che porta in maniera dinamica ed efficace le amministrazioni locali a cogliere nuove sfide per la gestione sostenibile del territorio, mettendo al centro la connessione terra-mare, la salute del mare è strettamente correlata alla gestione del territorio”.
    “Ogni anno i requisiti per ottenere la Bandiera Blu vengono rivisti, anche con il supporto di Ispra in un’ottica di miglioramento continuo” spiega Stefano Laporta direttore generale dell’Ispra. “L’obiettivo è stimolare i Comuni ad una coscienza ambientale affinché affrontino i vari aspetti legati alla gestione diretta del territorio, anche in considerazione dell’aumentata pressione antropica determinata dal turismo”.

    ISPRA | Istituto per la protezione e la ricerca ambientale | Maggiori informazioni

    FEE | Foundation for Environmental Education | Maggiori informazioni

    Bandiera Blu 2017 | Elenco spiagge

    bandiera blu 2017 bandiera blu 2017 bandiera blu 2017 bandiera blu 2017

  • Workshop Turismo and Jobs incontro al Giancardi di Alassio - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Workshop Turismo and Jobs: incontro al Giancardi di Alassio

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Lunedì 8 maggio, dalle ore 9.00 alle ore 14.00 presso l’Istituto Alberghiero Giancardi di Alassio, si terrà la seconda edizione del workshop ‪‎Turismo and Jobs, organizzato dall’Unione Provinciale Albergatori di Savona in collaborazione con il Giancardi e l’Istituto Alberghiero Migliorini di Finale Ligure.
    Obiettivo dell’incontro far incontrare domanda ed offerta di lavoro: 30/35 imprese iscritte all’Unione Provinciale Albergatori di Savona incontreranno 100/120 ragazzi.
    L’evento prevede momenti di colloquio programmati, della durata di circa dieci minuti ciascuno, tra impresa ed allievo/neodiplomato selezionati sulla base delle richieste formulate dalle imprese stesse aderendo ad una specifica manifestazione d’interesse.
    Ogni impresa durante la giornata sosterrà sosterrà circa venti incontri.
    Il programma di lavoro della giornata prevede:

    • 9.00 –  accredito e sistemazione dei ragazzi e delle imprese;
    • 9.30 – 13.30 –  colloqui di lavoro;
    • 13.30 – 14.00 – buffet conclusivo.

    La collaborazione con i due Istituti Alberghieri è fondamentale per la formazione professionale dei giovani che vogliono lavorare nel turismo, uno dei settori trainanti dell’economia savonese ed italiana.

    Istituto Alberghiero Migliorini di Finale Ligure | Maggiori informazioni

    Istituto Alberghiero Giancardi di Alassio | Maggiori informazioni

    Workshop Turismo and Jobs | Edizione 2016 a Finale Ligure | Maggiori informazioni

    turismo and jobs turismo and jobs turismo and jobs turismo and jobs turismo and jobs

  • Turismo invernale in provincia di Savona - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Turismo invernale in provincia di Savona: aumentano gli arrivi ma diminuiscono le presenze

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    L’Osservatorio Turistico Regionale della Liguria ha pubblicato i dati sul movimento turistico (arrivi e presenze) nelle strutture ricettive (alberghiere ed extra-alberghiere) della Liguria e della provincia di Savona relativi ai primi due mesi del 2017.
    Nel Savonese arrivano più turisti (aumentano gli arrivi) ma per meno notti (diminuiscono le presenze). Il numero di turisti italiani diminuisce tra gennaio e febbraio, mentre quello degli stranieri aumenta. Quasi due terzi dei turisti provengono da Piemonte e Lombardia. Loano, Alassio e Finale Ligure si confermano le località con le migliori performance.
    In Liguria a gennaio 2017 sono arrivati 152.534 turisti, quasi 13.000 in più del gennaio 2016 (+9,28%); mentre a febbraio si sono registrati 167.645 arrivi (+2,74%).
    Per quanto riguarda invece le presenze, a gennaio sono aumentate del 2,50% (533.931, +13.000 rispetto al 2016), mentre a febbraio sono diminuite del 3,10% (490.828, -15.710).
    In estrema sintesi: più persone scelgono la Liguria, ma si fermano per meno tempo.
    Il dato savonese conferma il trend regionale:  il numero di arrivi è aumentato (a gennaio 42.223, +13,73%, a febbraio 44.064, +3,58%), mentre le presenze sono decisamente scese.
    A gennaio le presenze sono state 208.981 (+2,29%), mentre a febbraio si è registrato -7,57% (-13.771 rispetto allo stesso mese del 2016).
    I turisti a gennaio si sono fermati in media 4,9 notti, a febbraio solo 3,8.
    L’Osservatorio Turistico Regionale della Liguria ha pubblicato anche i dati relativi ad alcune località della nostra provincia.
    A Loano gli arrivi (in totale 12.255) sono aumentati del 15,62% (+25,00% a gennaio, +6,98% a febbraio), mentre le presenze sono diminuite dello 0,68% (+7,24% a gennaio, -10,46% a febbraio).
    Ad Alassio gli arrivi (18.654) sono aumentati del 10,27% rispetto allo scorso anno, mentre le presenze sono diminuite dell’1,03% (+3,56% a gennaio, – 5,92% a febbraio).
    A Finale Ligure, invece, gli arrivi (8.134) hanno registrato un aumento del +4,31%, mentre le presenze hanno avuto una flessione del 2,86% (-1,67% a gennaio, -4,39% a febbraio).
    Finale Ligure si differenzia da Loano ed Alassio per la maggiore preferenza (+20%) dei turisti per le strutture extralberghiere.
    Analizzando la provenienza dei turisti, la provincia di Savona nei primi due mesi del 2017 si conferma destinazione per italiani: solamente il 15,91% degli arrivi proviene da paesi stranieri ed il 19,58% delle presenze.

    Turismo invernale in provincia di SavonaOsservatorio Turistico Regionale della Liguria

    turismo invernale in provincia di savona turismo invernale in provincia di savona turismo invernale in provincia di savona