• Il Presepe degli Abissi delle Albisole - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Il Presepe degli Abissi delle Albisole: raccolta fondi

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Venerdì 7 settembre ai Golden Beanch di Albisola Superiore è stata organizzata una raccolta fondi per sostenere il progetto del “Presepe degli Abissi delle Albisole”.
    L’iniziativa, fortemente voluta dalle locali associazioni dei Bagni Marini, prevede la realizzazione di opere in ceramica ad altezza naturale in rappresentazione della Sacra Famiglia.
    Le statue, ispirate alla tradizione albisolese dei “Macachi”, saranno collocate in mare a 6,10 metri di profondità su un fondale sabbioso.
    Ad Albisola, terra di ceramica, l’antico presepe popolare si espresse originariamente nella forma più povera.
    Le statuine venivano realizzate nei mesi precedenti il Natale da anziane e bambini.
    Gli ingredienti non costavano nulla: un pugno di argilla di scarto, la lavorazione in casa, la cottura gratuita nei forni delle tante fabbriche di stoviglie (ad Albisola, ad inizio ’900, se ne contavano più di 50).
    In allora, le statuine furono battezzate dai ceramisti professionisti “Macachi” per la loro primitiva rozzezza, ma apprezzate per il sentimento religioso e famigliare che esprimevano.
    L’area interessata al posizionamento del presepe, appositamente studiata da tecnici esperti in correnti e fondali, si trova nello specchio acqueo antistante i bagni Golden Beach, entro 200 metri dalla spiaggia e all’interno del tratto consentito alla balneazione per facilitare la visita del complesso ceramico anche a nuotatori meno esperti.
    Oreste De Rossi, presidente Bagni Marini delle Albisole, sostenitore e attivo fautore del progetto, sin dai primi passi ha cercato di unire la tradizione della ceramica, la cultura e l’arte insieme alla natura, in questo caso il mare, e di coinvolgere una base sempre più ampia di soggetti, non solo istituzionali: le amministrazioni comunali, la Regione Liguria, la Capitaneria di Porto, ma anche i singoli ceramisti, le associazioni culturali presenti sul territorio, le due Parrocchie, l’associazione Pescatori Dilettanti e, non ultimi, cittadini comuni e possibili sponsor ai quali sarà chiesto un contributo volontario per la raccolta dei fondi necessari alla messa in opera del progetto, considerato un importante volano turistico in grado di abbinare la tradizione ceramica albisolese alla conoscenza dei fondali del Mar Ligure.

    Per sostenere il progetto del “Presepe degli Abissi delle Albisole”:

    • Bonifico Bancario: conto corrente intestato ad Associazione “Presepe degli Abissi delle Albisole”, Corso Vittorio Veneto 23, Savona
      Iban Conto:  IT58I0503449270000000004713
    • Ricarica PostePay: carta intestata a Don Mario Moretti, codice fiscale MRTMRA66H19I4580Z
      Numero Carta: 5333171046524159

    Associazione “Presepe degli Abissi delle Albisole”
    Corso Vittorio Veneto 23 – 17100 Savona (SV)

    Tesoriere: Don Mario Moretti, 3479350708
    Segretario: Flavio Beltrami, 3479125012

    Il Presepe degli Abissi delle Albisole | Maggiori informazioni

    il presepe degli abissi delle albisole il presepe degli abissi delle albisole il presepe degli abissi delle albisole il presepe degli abissi delle albisole
  • Italian Riviera presenta la candidatura come Comunità Europea dello Sport 2020 - Pianeta Turismo - Angelo Berlangieri

    Italian Riviera presenta la candidatura come Comunità Europea dello Sport 2020

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Questa mattina nella sala del Consiglio Comunale di Savona è stata presentata la candidatura di Italian Riviera come Comunità Europea dello Sport per l’anno 2020.
    Erano presenti il presidente UPACES Alberto Orso, il presidente ACES Europa Gian Francesco Lupatelli, il coordinatore ACES Europa Nord Italia Enrico Cimaschi, il coordinatore ACES Italia Magda Verrazzi, il consigliere regionale Paolo Ardenti, il senatore Francesco Bruzzone, il parlamentare europeo Brando Benifei, l’olimpionico e presidente Nazionale Medaglie d’Oro del Coni Michele Maffei ed i  16 sindaci ed assessori dell'”Italian Riviera” (Alassio, Albenga, Albisola Superiore, Andora, Boissano, Borghetto Santo Spirito, Cairo Montenotte, Ceriale, Finale Ligure, Laigueglia, Loano, Noli, Savona, Pietra Ligure, Spotorno e Varazze).
    Fin dalla sua fondazione nel 1999, Aces Europe (associazione no profit con sede a Bruxelles che dal 2001 assegna i riconoscimenti di Capitale, Comunità, Città, Comune Europeo dello Sport) si pone l’obiettivo di promuovere lo sport tra i cittadini dell’Unione Europea, in particolare verso i bambini, gli anziani ed i disabili.
    Aces Europe si rivolge ai municipi candidati, per i titoli di Capitale, Comunità, Città o Comune Europeo dello Sport e tale progetto si materializza in cinque obiettivi principali: divertimento con l’esercizio fisico; disponibilità a raggiungere gli obiettivi; rafforzare il senso di appartenenza alla comunità; imparare il fair play e migliorare la salute.
    Il riconoscimento di Comunità Europea dello Sport è riservato alle “community” che presentano caratteristiche di eccellenza e valori condivisi in tema di sport, benessere e qualità della vita.
    Il titolo viene assegnato ogni due anni a due comunità italiane da Aces Europe.
    Le prospettive credo che siano ottime, abbiamo presentato tutta l’offerta sportiva del nostro comprensorio, le associazioni e gli eventi in un giorno e mezzo di visite per la Riviera complice anche lo splendido paesaggio, il clima e soprattutto l’immensa passione di tutte le nostre associazioni sportive. Ma noi abbiamo anche una carta da giocare in più rispetto ai nostri competitor: ed è quella del turismo outdoor.
    Ora, incrociamo le dita e non resta che aspettare novembre per sapere il risultato.

    Comunità Europea dello Sport 2020 | Maggiori informazioni

    Comunità Europea dello Sport 2020 Comunità Europea dello Sport 2020
  • Comunità Europea dello Sport 2020 l'Italian Riviera presenta la propria candidatura - Pianeta Turismo - Angelo Berlangieri

    Comunità Europea dello Sport 2020: l’Italian Riviera presenta la propria candidatura

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    I Comuni della “Italian Riviera” si sono riuniti ad Albenga, alla presenza del vice presidente della Regione Liguria Sonia Viale, per analizzare gli ultimi dettagli del dossier che sarà inviato ad Aces Europe per candidarsi come Comunità Europea dello Sport per l’anno 2020.
    Fin dalla sua fondazione nel 1999, Aces Europe (associazione no profit con sede a Bruxelles che dal 2001 assegna i riconoscimenti di Capitale, Comunità, Città, Comune Europeo dello Sport) si pone l’obiettivo di promuovere lo sport tra i cittadini dell’Unione Europea, in particolare verso i bambini, gli anziani ed i disabili.
    Aces Europe si rivolge ai municipi candidati, per i titoli di Capitale, Comunità, Città o Comune Europeo dello Sport e tale progetto si materializza in cinque obiettivi principali: divertimento con l’esercizio fisico; disponibilità a raggiungere gli obiettivi; rafforzare il senso di appartenenza alla comunità; imparare il fair play e migliorare la salute.
    Il riconoscimento di Comunità Europea dello Sport è riservato alle “community” che presentano caratteristiche di eccellenza e valori condivisi in tema di sport, benessere e qualità della vita. Il titolo viene assegnato ogni due anni a due comunità italiane da Aces Europe.
    La candidatura a Comunità Europea dello Sport è stata ufficializzata anche grazie al coordinamento operativo svolto dall’Unione Provinciale Albergatori di Savona, che ha ideato il brand turistico-sportivo dell’Italian Riviera.
    L’Italian Riviera  è composta dai comuni rivieraschi di Andora, Laigueglia, Alassio, Albenga, Ceriale, Borghetto, Loano, Pietra Ligure, Borgio Verezzi, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Vado Ligure, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze più il comune di Boissano.
    UPA ha inoltre costituito, per sostenere la proposta, un’associazione sportiva dilettantistica, “UpAces”, che si è occupata di elaborare il dossier di candidatura da sottoporre alla commissione giudicante e di gestire anche la visita della delegazione del comitato di valutazione di Aces Italia.
    A maggio è prevista la visita della delegazione di Aces Europe per valutare la candidatura della “Italian Riviera”.

    Comunità Europea dello Sport 2020 | Maggiori informazioni

    Comunità Europea dello Sport 2020 Comunità Europea dello Sport 2020