• mostra internazionale cartoonist rapallo

    MOSTRA INTERNAZIONALE CARTOONIST RAPALLO

    Tag:, , , , , , ,

    Rapallonia diventa  Sportoonia e la 42^ edizione della Mostra Internazionale Cartoonist di Rapallo quest’anno sarà dedicata allo sport  di cui il centro del Tigullio è Città Europea.
    Sport nei fumetti, naturalmente, in questo caso.
    La mostra è stata presentata in mattinata nella sede della regione Liguri dagli organizzatori  dell’associazione culturale Rapalloonia! con il presidente Davide Caci e il presidente onorario e “storico” sceneggiatore di Topolino Carlo Chendi, il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco e gli assessore al Turismo  della Regione Liguria e del comune Angelo Berlangieri e Elisabetta Lai.
    Da sabato 27 settembre, fino al lunedi 6 ottobre, le sale dell’Antico Castello sul Mare di Rapallo si coloreranno delle tavole e delle illustrazioni tratte da fumetti americani, francesi, italiani e per la prima volta, manga.
    Il fumetto giapponese è infatti quello in cui  il tema dello sport è più presente. Molte anche le opere della Walt Disney, che con Rapallo ha da sempre un grande feeling.
    Sempre sabato 27, alle  16,30 all’Auditorium delle Clarisse  i grandi cartoonists amici di Rapalloonia saranno anche quest’anno a disposizione del pubblico, che avrà l’occasione  di incontrarli, chiedere un autografo.
    In serata è in programma la consegna del Premio U Giancu, creato dal suo patron Fausto Oneto nel museo-ristorante nella frazione rapallese di San Massimo.
    Fausto Oneto cominciò a raccogliere tavole originali di fumetti negli anni 70.
    I primi a trasformare U Giancu nel loro quartier generale furono i cartoonist del posto, artisti come Luciano Bottaro, Carlo Chendi e Giorgio Rebuffi.
    Poi arrivarono tutti gli altri, Quino, Luzzati, Altan, Walker, Altan, Reg Smythe, Aragones, Tranchand, Dumas, Faure, Costantini, Schulz, Sagendorf, Corteggiani, Bonvi, Pratt.
    E ancora: Galeppini, Caniff, Silver, Gattia, Barks, Bercovici, Mordillo, Manara, Ketcman e molti altri. Da U Giancu ci sono saliti, almeno una volta, proprio tutti. E tutti hanno lasciato un disegno.

    Mostra Internazionale Cartoonist Rapallo – Maggiori informazioni

    La Mostra Cartoonist Rapallo, organizzata dall’Associazione Culturale Rapalloonia! ONLUS, quest’anno celebra ben tre anniversari di avvenimenti concatenati, tutti iniziati a Rapallo, che hanno lasciato un segno nel panorama internazionale delle nuvole parlanti: 60 anni di carriera di sceneggiatore di Carlo Chendi, 40 anni della Mostra Internazionale dei Cartoonists e 20 anni del Premio U Giancu.
    Cominciamo, ubi maior, da Carlo Chendi e dai suoi 60 anni di “Mestiere di Scrivere”. Anima della Mostra nonché decano degli sceneggiatori di fumetti, Carlo Chendi, partendo proprio da Rapallo, ha conquistato i lettori di più generazioni e ben quattro continenti (Europa, Asia, America e Australia) con le sue oltre 18.000 pagine di storie di Paperino, Topolino, Pepito, Whisky & Gogo, Pon Pon e molti altri. A partire dal 10 novembre, le sale dell’Antico Castello sul Mare di Rapallo espongono la realizzazione integrale, dalla sceneggiatura, ai disegni, fino alle pagine stampate, di “Zio Paperone mecenate per forza” di Carlo Chendi, con i disegni di Giorgio Cavazzano, pubblicato nel 1993 su Topolino n°1964, che con le sue 1.063.000 copie sancì un record assoluto di vendita.
    Parliamo ora della Mostra Internazionale dei Cartoonists di Rapallo, nata con il proposito di valorizzare il fumetto come forma d’arte autonoma, organizzata per la prima volta nel 1972 da Carlo Chendi con la collaborazione dello Studio Bierreci, quindi di Luciano Bottaro, Giorgio Rebuffi, Giancarlo Berardi; e, in particolare, dell’americano Mort Walker, autore di Bettle Bailey.
    Tanti i temi di cui si è occupata la Mostra Cartoonist Rapallo in questi intensi 40 anni: dalle scuole di fumetto ai singoli autori (Luciano Bottaro, Ivo Milazzo, Silver-Guido Silvestri, Ro Marcenaro, Carl Barks), dagli autori liguri pubblicati nel mondo ai personaggi famosi (Martin Mystère, Ken Parker, Paperinik, Julia e Dylan Dog), e molti altri ancora.