• Dynamic Rate Marketing - Angelo Berlangieri - Pianeta Turismo

    Dynamic Rate Marketing: l’arma segreta degli hotel per sconfiggere le Online Travel Agencies

    Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Le Online Travel Agencies sono agenzie di intermediazione online del settore turistico e, fino ad oggi, hanno giocato un ruolo fondamentale nel mondo del web marketing turistico.
    Si tratta di portali su cui l’utente può confrontare diverse offerte di ospitalità sul territorio di suo interesse ed inserire una prenotazione.
    Il turista oggi non cerca più le camere su motori di ricerca generici, ma si affida a siti specializzati, come ad esempio Booking, Expedia oTripadvisor.
    Oltre alla capacità di ricevere prenotazioni, l’OTA conferisce visibilità al nome della struttura ricettiva su internet.
    Molti utenti, infatti, una volta trovata la struttura d’interesse nel portale, svolgono una seconda ricerca per trovare il sito della struttura, al fine di ottenere ulteriori immagini ed informazioni.
    Le campagne di Dynamic Rate Marketing, invece, rappresentano il futuro per la promozione online degli hotel.
    L’obiettivo finale è ottenere un maggior numero di prenotazioni dirette e ritorni pubblicitari nettamente migliori.
    Il Dynamic Rate Marketing, se utilizzato correttamente, potrebbe quindi sottrarre importanti quote di mercato ai grandi portali di prenotazione.
    Per più di cent’anni, i pubblicitari del mondo alberghiero hanno sempre utilizzato due tecniche tradizionali di direct-response advertising: la lead-in rate (“le nostre tariffe per il fine settimana partono da 99 euro”) e la credible rate range (“le nostre tariffe per le vacanze estive da 99 a 199 euro”).
    Purtroppo, oggi viviamo in un mondo interconnesso, veloce e multi-device e i consumatori non acquistano più le offerte promosse con queste tecniche, perchè orami sono piuttosto vetuste.
    I consumatori di oggi cercano informazioni istantanee e tariffe in tempo reale e rispediscono al mittente qualunque tipo di offerta che somigli al classico specchietto per le allodole.
    Il Dynamic Rate Marketing, quindi, oggi rappresenta un’opportunità unica per le strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere.
    Si tratta di una nuova generazione di direct-response marketing, ossia di tutto quell’insieme di tecniche di vendita che danno luogo a una reazione immediata dei consumatori.
    In poche parole, il Dynamic Rate Marketing consente di inserire i prezzi e le disponibilità in tempo reale in diversi strumenti di promozione, dal display advertising ai meta motori di ricerca, fino all’e-mail marketing.
    Il Dynamic Rate Marketing, sia agli occhi del viaggiatore che a quelli dell’albergatore, ha un valore aggiunto.
    L’albergatore può infatti offrire al viaggiatore informazioni e tariffe aggiornate in tempo reale e, sempre in tempo reale, può rispondere alle variazioni delle condizioni del mercato e del panorama competitivo. Tutte le tariffe promosse con il DRM si aggiornano quindi automaticamente.
    Per gli albergatori, infatti, il DRM consente di migliorare nettamente l’efficacia della campagna di marketing, di incrementare il tasso di conversione e le prenotazioni dirette online.
    Basta considerare che il 75% dei consumatori abituati a prenotare online i propri soggiorni indica nel prezzo la principale motivazione all’acquisto.
    Con la proliferazione di più canali di DRM, come la ricerca a pagamento, l’e-mail marketing e i banner, assisteremo quindi a un incremento dell’importanza del DRM nell’intero processo di prenotazione online.
    Il Dynamic Rate Marketing non è un canale di distribuzione, bensì un sistema complesso per la promozione online delle strutture ricettive.
    Per far quindi funzionare una campagna DRM, occorre un lavoro quotidiano di analisi e confronto dei dati, anche rispetto alle mosse della concorrenza, monitorare il budget speso e calibrare l’offerta di conseguenza, accertarsi di rispettare sempre la parity rate, il che, con le tariffe e le disponibilità aggiornate in tempo reale, non è per nulla semplice.

    “Dynamic Rate Marketing: Hotelier’s Powerful New Weapon to Shift Share from the OTAs” di Max Starkov | Maggiori informazioni